11 gennaio 2013

Cerchi il principe azzurro? Sceglilo con gli occhi marroni



Che gli antichi romani non si fidassero delle persone dagli occhi blu è notizia nota a tutti gli storici del colore, ma ora un’indagine condotta da un team di ricercatori della Charles University di Praga, e della canadese Universitè Laval di Quebec, sembra dar loro ragione. 


I ricercatori delle due università hanno fatto visionare le foto del viso di 40 donne di 40 uomini, ai 238 partecipanti al test, invitandoli a esprimere un voto da 1 a 10 per ognuna, dove il punteggio più basso indicava massima affidabilità, e quello più alto, al contrario, massima inaffidabilità. 


I risultati hanno evidenziato che gli uomini con gli occhi scuri ispirano più fiducia di quelli con gli occhi chiari. Per quanto riguarda i volti femminili la correlazione non è altrettanto netta, ma questo è quasi sicuramente dovuto al fatto che il giudizio è influenzato anche dai tratti somatici del viso. Occhi dello stesso identico colore sul viso di un bambino, di una ragazza dal volto ovale o di un uomo dai tratti fortemente mascolini, ci ispirano sicuramente sensazioni diverse. 

In questo studio infatti, si è presa anche in considerazione l’ipotesi che i gli uomini dagli occhi chiari ispirassero meno fiducia perchè i loro volti avevano mascelle più squadrate, occhi più piccoli, con sopracciglia distanziate, bocca più sottile con gli angoli leggermente inclinati verso il basso: tutte caratteristiche di una faccia inaffidabile

E i romani, perchè non si fidavano delle persone con occhi blu? Secondo lo storico Pastoreau, perchè era il colore degli occhi dei loro acerrimi nemici: i barbari. E quindi gli occhi blu erano considerati un tratto svilente, se poi ad avere gli occhi chiari era una donna, la sfortunata veniva automaticamente considerata di facili costumi.

Ti potrebbe interessare anche...