22 maggio 2013

Il mal di testa non passa? Forse è colpa del colore della pillola


Immaginate di andare dal medico per un mal di testa. Poi passate in farmacia, arrivate a casa, aprite finalmente quella scatoletta che vi farà passare il terribile cerchio alla testa che avete da ore e...una pillola nera! Predereste mai una pillola nera?
Anche l'occhio vuole la sua parte, no? Alcuni ricercatori olandesi hanno infatti indagato l'influenza che il colore può avere sulla percezione del farmaco e sulla sua efficacia. Nello studio pubblicato sul British Medical Journal è stato riportato come il colore possa in qualche modo condizionare l'opinione che le persone hanno dell'azione di un farmaco. Per fare un esempio, i colori rosso, giallo e arancione vengono spesso associati a farmaci con un'azione eccitante; al contrario di fronte al colore blu o verde ci si aspetta in gran parte un effetto sedativo

Allo stesso modo i ricercatori hanno osservato che la formulazione di un farmaco con colori differenti poteva influenzare l'efficacia stessa del medicinale. Sebbene i risultati non siano del tutto omogenei tra i vari studi presi in considerazione, sono state riportate osservazioni a dir poco curiose. Per esempio, un determinato ansiolitico veniva percepito più efficace per i sintomi depressivi quando il farmaco era di colore giallo, mentre il verde sembrava migliore per curare i sintomi dell'ansia

La risposta al trattamento farmacologico non è determinata esclusivamente dal tipo di molecola che si sta usando ma, come già è noto, entrano in gioco numerosi fattori - l'effetto placebo, l'effetto nocebo, la fiducia verso il medico, o il modo con cui viene percepita la malattia, per fare qualche esempio. A questo già complicato scenario si aggiunge adesso anche la colorazione. Vi è passato il mal di testa con quella compressa nera?



Erika Nerini

Erika Nerini è medical writer e revisore scientifico per FBCommunication, agenzia di comunicazione medico-scientifica, e collaboratrice del blog Inco.Scienza.
Qui i suoi articoli su colorability.

  Icona-twitter Icona-google+

Ti potrebbe interessare anche...